Spintona i Carabinieri per sfuggire ai controlli, arrestato 19enne con marijuana

Prosegue l’incessante azione di contrasto e monitoraggio del territorio ad opera della Compagnia dei Carabinieri di Corigliano Calabro agli ordini del Capitano Cesare Calascibetta. Attività che vede tra le principali priorità perseguite, tra tutte quelle afferenti la tutela dell’ordine pubblico e l’affermazione della pubblica sicurezza e della legalità, la lotta allo spaccio di droga, purtroppo assai in voga anche tra i giovanissimi.

L’ennesima operazione in tal senso è stata effettuata dall’Arma ausonica nelle ultime ore in via Sciacca, in contrada San Francesco di Corigliano Scalo. Una pattuglia dei militari della Stazione dei Carabinieri dello Scalo cittadino ha difatti avvistato due ragazzi aggirarsi con fare sospetto intorno ad un motorino, decidendo così di approfondire il tutto ed effettuare un controllo nei confronti dei predetti.
I due, alla vista degli uomini della Benemerita e per sottrarsi agli stessi, si davano alla fuga, dando così vita ad un inseguimento, durante il quale uno dei due giovani, un 19enne originario di Castrovillari ma residente a Corigliano e già gravato da precedenti di polizia, col tentativo di divincolarsi e far perdere le proprie tracce, non esitava a spintonare un militare; subentrato in supporto di quest’ultimo l’altro militare di pattuglia, il 19enne veniva fermato e sottoposto a perquisizione personale, dalla quale si evinceva la presenza, all’interno dell’abbigliamento indossato dallo stesso, di un grammo di sostanza stupefacente del tipo marijuana, già confezionata in apposito involucro, nonché di altre confezioni in cellophane utilizzate consuetudinariamente per la vendita delle medesime sostanze. I militari decidevano quindi di eseguire ulteriori controlli ed effettuare una perquisizione presso il domicilio del ragazzo, nel corso della quale s’appurava la presenza di 4 grammi di marijuana, anch’essa già confezionata e dunque pronta per il relativo smercio.
I Carabinieri, pertanto, al termine delle suddette attività, provvedevano al sequestro penale della marijuana scoperta a seguito di perquisizione personale e domiciliare e ad arrestare il 19enne per detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio e per resistenza a pubblico ufficiale.
Fabio Pistoia
 

Stampa Email